Cara Mamma, lascia i superpoteri e goditi i tuoi limiti

0
192
mamma goditi i tuoi limiti

Ripensando all’immagine che avevamo dei nostri genitori quando eravamo bambini, è sicuramente una visione riconducibile a quella di un supereroe: invincibile, ha sempre tutte le risposte, non è mai stanco e non ha esigenze che siano diverse da quelle dei suoi bambini

Da una parte questo pensiero è rassicurante, ma dall’altra pone un’aspettativa troppo alta nei confronti dei genitori e di conseguenza nei confronti di se stessi da adulti, che fatica pensare che quando sarò grande dovrò essere perfetto, e che fatica per i genitori mantenere alta questa richiesta di onnipotenza.

Forse sarebbe più saggio preparare i bambini a delle aspettative diverse: mamma e papà sanno moltissime cose , ci sono sempre, mi amano moltissimo, mi insegnano a conoscere il mondo attraverso le esperienze quotidiane e anche loro sono entusiasti di imparare cose nuove, mi sostengono nelle difficoltà e ho imparato che quando si sbaglia poi si può recuperare, che ognuno eccelle in qualcosa, ma non si può saper far tutto……

questi pensieri sono molto più reali e rilassanti sia per i bambini che per i genitori! Soprattutto la Mamma, in quanto tale, crede di dover arrivare ad ogni cosa: i bambini, la casa, il lavoro, il marito, le amiche, la palestra e si costruisce una realtà fatta di mille impegni alla quale non si può dire di no, e tutto diventa più faticoso!

I bambini amano la loro mamma perché è LEI, perché li fa giocare mentre delega a qualcun altro le faccende domestiche, perché quando torna dal lavoro è molto stanca, quindi ha bisogno di fare una doccia rigenerante e poi torna la supermamma, perché dopo una serata con papà tornano entrambi più felici e rilassati e ci si fa tutti le coccole sul lettone, perché anche lei non è brava in matematica, ma ha trovato una fantastica insegnante di ripetizioni che ci sta aiutando a capirci qualcosa……

I bambini amano la loro mamma perché è umana, e se comprendono che TUTTI gli esseri umani hanno delle debolezze, delle paure e delle difficoltà, non avranno paura di dimostrare le loro.

Non crediate al fatto che quella che vi ho descritto prima rappresenta la famiglia perfetta, senza problemi né conflitti, ci saranno comunque i momenti in cui i bambini non vi permetteranno nemmeno di togliervi il giubbotto una volta tornate dal lavoro, che vi terranno il muso per un’uscita senza di loro, ma questo li abituerà a comprendere che al mondo esistono altre persone oltre a loro, con altre esigenze ugualmente importanti e crescendo imporranno il loro volere con rispetto, ma determinazione!

Pensate a quanto vi farebbe sentire rilassate ammettere che odiate la piscina, delegare i nonni e poi organizzare una biciclettata tutti insieme!
Scopri come comportarti se hai un bambino piccolo e a quanti anni può andare in bicicletta.

Non dovete necessariamente amare tutto quello che amano i vostri figli, e di contro i bambini non devono fare ciò che voi vi aspettate sia meglio per loro, siete degli individui completamente diversi e questo deve risultare un arricchimento non un limite.

Stimolate le inclinazione dei bambini e fategli conoscere le vostre passioni, saranno loro a scegliere, se non avete voglia di fare una cosa, piuttosto che obbligarvi e farla con fatica, proponete un’alternativa, magari inizialmente non saranno felicissimi, ma poi vi godrete un momento di serenità per tutti e i vostri bambini avranno imparato che nei rapporti bisogna scendere a compromessi.

Come comportarsi quando non si sa la risposta alla domanda di vostro figlio?

Quando vostro figlio vi chiede qual è il pianeta più vicino al sole e voi non sapete la risposta, ammettete la vostra non conoscenza e insegnategli come fare a scoprirlo, fatevi vedere incuriositi ed enfatizzate il ruolo dell’insegnante che sicuramente lo sa, in questo modo avete rafforzato la sua voglia di conoscere, la sua stima nell’insegnante e gli avete dato uno strumento per conoscere altre cosa.

Si avvicinano le vacanze, se odiate il mare, ma vi sembra sia il luogo più divertente per i bambini, non fatevi condizionare da questo pensiero e proponetegli una vacanza in montagna tra i boschi alla scoperta della natura e degli animali, probabilmente vi dirà che tutti i suoi amici sono più fortunati perché vanno al mare, ma poi imparerà ad apprezzare una cosa nuova, e se così non fosse l’anno prossimo sperimenterete altro, non è la fine del mondo!

Se una sera siete particolarmente stanche, ditelo al bambino e proponetegli di fare uno strappo alle regole: doccia insieme per ottimizzare i tempi, cena già in pigiama con pizza nel cartone perché mamma non ha voglia di cucinare e lavare i piatti e poi bambole o macchinine nel lettone… sarà una sera speciale, divertente e voi alle 20.30 vi ritroverete nel letto già pronte con la cucina in ordine!

Raccontate ai vostri bambini i vostri limiti i vostri desideri, le vostre passioni e spronateli a fare lo stesso, avrete modo di conoscerli meglio e trovare i lati in comune, per il resto ci sono papà, nonni, zii e associazioni sportive pronte a sopperire alle vostre “mancanze”. Se non avrete paura di mostrarvi per quello che siete sarete molto più soddisfatti e il tempo che passerete con i bambini sarà meraviglioso per entrambi!

Tutto questo vi aiuterà a comprendere meglio l’importanza del sostegno dei vostri piccoli, per esempio se siete campionesse di nuoto e vostro figlio odio l’acqua, non potete insistere perché impari a nuotare, ma dovete comprendere che ciò che è meraviglioso per voi non lo è per lui e viceversa.

il rispetto verso le scelte degli altri

In questo modo lo educherete al rispetto di sé stesso e degli altri, voi vivrete una quotidianità più semplice e il vostro bambino non si farà carico di un genitore da imitare nella sua perfezione!

Ovviamente perché questo sia fattibile dovete fidarvi di chi vi sta attorno, forse fino ad oggi siete state abituate ad avere tutto sottocontrollo, a fare tutto voi con il vostro metodo, ma arrivare ovunque è impossibile e richiede troppa fatica, quindi concedetevelo: il martedì diventerà la serata piadina cucinata dal papà, la spesa si può fare online (quasi ovunque), il venerdì sarà la serata degli zii con i cuginetti (la settimana successiva ricambierete il favore e anche gli zii avranno una serata libera!), il sabato dividete le faccende di casa con il marito, accettando che i vetri non saranno perfetti, ma l’importante è che siano puliti; così la domenica siete tutti liberi di godervi la giornata nel dolce far nulla!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here