Educare al Rispetto non solo i bambini

0
202
educare i bambini al rispetto

8 marzo, festa della donna, il papà porta le mimose per la mamma e i bambini si domandano cosa ci sia da festeggiare in questa giornata

Quale occasione migliore per affrontare un argomento tanto complesso?

Il rispetto!

Rispetto delle persone, chiunque esse siano.

Non voglio cadere nel solito banale discorso perbenista, non farete molta fatica a spiegare questo concetto ai bambini, perché loro sono naturalmente propensi a considerare tutti allo stesso modo, i bambini non giudicano in base al sesso, al colore della pelle, al paese di provenienza; ma si basano su buono e cattivo, simpatico e antipatico.

Non dobbiamo essere amici per forza, non ci devono piacere tutte le persone e i bambini non sono obbligati a giocare con tutti i compagni per forza, devono poter scegliere e accettare di non essere scelti (anche questo è rispetto), ma nella consapevolezza che ogni individuo ha un valore e dei diritti indiscutibili e imprescindibili tanto quanto i suoi.

Dare la possibilità di scegliere con chi stare, rispettando la presenza di chiunque all’interno di un gruppo (ad esempio a scuola o nello sport), i bambini devono essere consapevoli della differenza tra amico e compagno, il primo lo si sceglie e si costruisce un rapporto speciale, con il secondo si condividono momenti della giornata nel rispetto della sua presenza con collaborazione e serenità.

Questo è educare al rispetto, non è necessario dire che le donne sono come gli uomini, che ogni persona di etnia o religione diversa dalla propria ha lo stesso valore, datelo per scontato, considerate voi per primi le persone con stima e rispetto, siate fiduciosi negli altri, condannate gli atteggiamenti negativi senza creare delle categorie di persone e i bambini impareranno da voi.

Impareranno che le persone sono uniche e vanno giudicate per i loro atteggiamenti, non esistono categorie di buoni o cattivi, ma solo individui buoni o cattivi, non illudeteli al contrario e cioè che siamo tutti buoni e belli, perché non sarete credibili, educate alla capacità di giudizio e i vostri bambini cresceranno con gli strumenti giusti per scegliere le persone solo dopo averle conosciute, non si affideranno a chiunque, ma selezioneranno chi per loro è migliore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here